- Scorrendo questo blog acconsenti all'uso dei cookie presenti. -

Il titolo di questo blog è ancorato ad un editoriale di Amos Luzzatto pubblicato sulle pagine del quotidiano "La Repubblica" nel giorno di Pasqua del 2001 sotto il titolo "Il valore della Libertà il rispetto della Legge".

11 giugno 2021

Tutti a Scuola


"Pensa, la mattina quando esci; che in quello stesso momento, nella tua stessa città, altri trentamila ragazzi vanno come te a chiudersi per tre ore in una stanza a studiare. Ma che! Pensa agli innumerevoli ragazzi che presso a poco a quell'ora vanno a scuola in tutti i paesi, vedili con l'immaginazione, che vanno, vanno, per i vicoli dei villaggi quieti, per le strade delle città rumorose, lungo le rive dei mari e dei laghi, dove sotto un sole ardente, dove tra le nebbie, in barca nei paesi intersecati da canali, a cavallo per le grandi pianure, in slitta sopra le nevi, per valli e per colline, a traverso a boschi e a torrenti, su per sentier solitari delle montagne, soli, a coppie, a gruppi, a lunghe file, tutti coi libri sotto il braccio, vestiti in mille modi, parlanti in mille lingue, dalle ultime scuole della Russia quasi perdute fra i ghiacci alle ultime scuole dell'Arabia ombreggiate dalle palme, milioni e milioni, tutti a imparare in cento forme diverse le medesime cose, immagina questo vastissimo formicolìo di ragazzi di cento popoli, questo movimento immenso di cui fai parte, e pensa: - Se questo movimento cessasse, l'umanità ricadrebbe nella barbarie; questo movimento è il progresso, la speranza, la gloria del mondo".
Edmondo De Amicis

*E. De Amicis, Cuore, Milano, Treves, 1886. (cit da Paolo di Paolo, La scuola non finirà mai, la Repubblica, 9.6.2021, p. 24)..
____

7 giugno 2021

"Canzone della nuova era" ( 2001)

Bisognerà riabituarsi
a contarli per numeri romani
(di sicuro qualcuno
si ricorda ancora come si fa)
gli anni che son passati
e quelli ahinoi che passeranno
in questa nuova era
della nostra tragicomica storia.
Il problema e da dove, esattamente,
far partire il conteggio:
dalla discesa in campo
o dall'ascesa al trono,
dalla prima vittoria elettorale
o dall'ultima, quella
che ha segnato di se il nuovo millennio?
O sarà invece il caso
d'andare più indietro, molto più indietro,
per esempio all'ingresso nella loggia
o a quando la coscienza del paese
ha cominciato a modellarsi
sui palinsesti di canale cinque?
Sarebbe gia più d'un ventennio*, allora,
più d'un ventennio
.
Giovanni Raboni

*Postilla 2021: Sarebbe gia più d'un ventennio, molto di più, molto

Giovanni Raboni, 1932-2004.

____


____

2 giugno 2021

Genova



"Che dire di Genova, con le strade aeree, e i palazzi meravigliosi di volontà di affermazione terrena, di sforzo commerciale e marino?".
Carlo Levi


*Carlo Levi, Where Art is Life in "Holiday", aprile 1955 (numero speciale dedicato all'Italia) poi confluito in C. Levi, Le mille patrie. Uomini, fatti, paesi d'Italia, Donzelli, Roma 2000, p. 30.

___

27 maggio 2021

Praterie della libertà


"L’uomo che pensa con la propria testa e conserva il suo cuore incorrotto, è libero. L’uomo che lotta per ciò che egli ritiene giusto, è libero. Per contro, si può vivere nel paese più democratico della terra, ma se si è interiormente pigri, ottusi, servili, non si è liberi; malgrado l’assenza di ogni coercizione violenta, si è schiavi."
Ignazio Silone

____

16 maggio 2021

Cancel Culture

"Intanto possiamo essere meno stupidi di un algoritmo e quindi valutare le cose nel loro contesto."
Zerocalcare

*Zerocalcare, "La dittatura immaginaria", Internazionale, 14.5.2021.

___

11 maggio 2021

Insegnare è



"Il fatto è che una grande preparazione può essere materia pregiata sul mercato del sapere, ma se è priva di passione umana, civile, è destinata a risultare del tutto sterile sul piano educativo. Solo la passione accende l'attenzione verso chi ti ascolta. E costruisce una reciprocità di rapporti."
Nando Dalla Chiesa

*N. Dalla Chiesa, Per fortuna faccio il Prof. Bompiani, Milano, 2018, p. 78.

____

8 maggio 2021

Joyce L.

Vogliamo piantare le tende
su una stella? Vedremo cose stupende
chi sa se c'è il mare
se sa di miele o di sale
forse ci sono alghe azzurre
che odore avrà la polvere
quando ci cade il raggio di un sole?
Ma quando avremo guardato ben bene
di che cosa parleremo insieme
sotto la tenda?
degli uomini e delle donne che fanno la rivoluzione
o si rassegnano a servire
discuteremo
di com'è fatta la gente
di quel che si capisce e si sente
dell'amare e del non amare
(è finito quel gin di ieri?).
..
Joyce Lussu


* J. Lussu, Inventario delle cose certe, Fermo, Livi, 1998.
_____

7 maggio 2021

La donna in cammino

"Le poetesse saranno! Quando l'infinita schiavitù della donna sarà spezzata, quando vivrà per sè e attraverso sè, quando l'uomo - finora abominevole - le avrà dato la libertà, sarà poeta anch'essa! La donna troverà l'ignoto! I suoi mondi d'idee differiranno dai nostri? Essa troverà cose strane, insondabili, ributtanti, deliziose, noi le prenderemo, noi le comprenderemo."
Arthur Rimbaud, 15.5.1871
___

2 maggio 2021

Schiudere il mondo



Perfino adesso, ogni tanto,
con un esile trifoglio
puoi schiudere il mondo.

Ghiannis Ritsos

__

1 maggio 2021

Primo Maggio


"Allora io considero che si dovrebbero fare le cose bene, perché non c’è maggiore soddisfazione di un lavoro ben fatto. Un lavoro ben fatto, qualsiasi lavoro, fatto dall’uomo che non si prefigge solo il guadagno, ma anche un arricchimento, un lavoro manuale, un lavoro intellettuale che sia, un lavoro ben fatto è quello che appaga l’uomo. Io coltivo l’orto, e qualche volta, quando vedo le aiuole ben tirate con il letame ben sotto, con la terra ben spianata, provo soddisfazione uguale a quella che faccio quando ho finito un buon racconto.
E allora dico anche questo, no: una catasta di legno ben fatta, ben allineata, ben in squadra, che non cade, è bella; un lavoro manuale, quando non è ripetitivo, ricordo ‘Tempi moderni’ di Charlot, è sempre un lavoro che va bene, perché è anche creativo. Un bravo falegname, un bravo artigiano, un bravo scalpellino, un bravo contadino; e oggi dico sempre quando mi incontro con i ragazzi: voi magari aspirate ad avere un impiego in banca, ma ricordatevi che fare il contadino per bene è più intellettuale che non fare il cassiere di banca. Perché un contadino deve sapere di genetica, di meteorologia, di chimica, di astronomia persino. E allora tutti questi lavori che noi consideriamo magari lavori così, magari con un certo disprezzo, sono lavori invece intellettuali".
Mario Rigoni Stern

____

Copyright

Questo blog non può considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62/2001. Chi desidera riprodurre i testi qui pubblicati dovrà ricordarsi di segnalare la fonte con un link, nel pieno rispetto delle norme sul copyright.